ANIP – Italia Sicura
Sicurezza

No Tav. Polizia sgombera blocco. Per Passera i lavori continueranno

val_susa_28_febbraioTORINO – La polizia e’ intervenuta per togliere il blocco stradale dei No Tav sulla carreggiata nord dell’autostrada Torino-Bardonecchia, in atto dalle 11 di ieri. Le forze dell’ordine hanno fatto uso di idranti per disperdere il centinaio di attivisti presenti sulla carreggiata dell’A32 che hanno risposto con il lancio di vari oggetti. I manifestanti hanno anche dato fuoco agli pneumatici accatastati sull’asfalto con cui hanno formato delle barricate che sono state rimosse. Gli idranti sono stati utilizzati anche per spegnere le fiamme. Sulla carreggiata sono stati rinvenuti anche alcuni cavi d’acciaio che avrebbero dovuto servire per rallentare l’avanzata delle forze dell’ordine. Non si sono registrati feriti o contusi. Intanto, sono gravi ma stazionarie le condizioni di Luca Abba’, l’attivista No tav precipitato ieri da un traliccio dell’alta tensione accanto al cantiere Tav di Chiomonte. ”Abba’ resta al momento sedato; la respirazione dell’attivista resta assistita dalle macchine, ma la capacita’ polmonare e’ buona. I reni hanno superato bene la notte. Ci vorranno uno o due giorni per allentare lo stato d’allarme” ha dichiarato Maurizio Berardino, direttore del reparto di rianimazione del Cto di Torino. I lavori per la realizzazione della linea ferroviaria ad Alta velocita’ Torino-Lione sono in corso e devono proseguire come previsto. Lo ha detto il ministro per le Infrastrutture e Trasporti, Corrado Passera, a margine di un’audizione alla Camera. ”Il lavoro e’ in corso – ha detto il ministro -, deve continuare nel modo migliore, come previsto”. Per il ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri, quello che e’ accaduto in Val di Susa ”e’ un fatto molto grave e triste perche’ tocca una giovane persona”. Accanto a questo sentimento pero’, il responsabile del Viminale ha aggiunto che su tutta la vicenda ”ci vuole una forte riflessione e molto dialogo. Bisogna anche tener conto – ha detto parlando con i giornalisti – di quelle che sono le scelte fatte con assoluta coscienza e attenzione”. Il ministro ha poi detto di sperare che quanto avvenuto ”non esasperi ancor piu’ gli animi. Credo che su tutto – ha infatti sottolineato – ci voglia un’attenta riflessione sulle dinamiche dei fatti e su quelli che sono gli interessi della nazione. Occorre – ha concluso – da parte di tutti sensibilita’, grande attenzione e molto equilibrio”.

Articoli correlati

Polizia di Stato. Terremoto in Emilia: il lavoro degli agenti

Red. Web Anip

Carrara. Operazione “Giuda Iscariota”: costosi frantoi nel mirino dei ladri

Red. Web Anip

Il poliziotto: “Ho arrestato mio fratello mentre papà piangeva”

Red. Web Anip

Lascia un commento