25 anni di ANIP – Associazione Ispettori, Ispettori Tecnici, Direttivi e Dirigenti

Condividi

28 maggio 1993 – 28 maggio 2018: celebriamo oggi con orgoglio i nostri 25 anni di attività e lotte sindacali.

Molti traguardi sono stati raggiunti, numerosi risultati sono stati conseguiti, alcuni solo parzialmente e ci sono state anche alcune sconfitte.

Sostanzialmente un bilancio positivo: lo scopo primario iniziale dell’Associazione infatti, è stato quasi totalmente raggiunto anche se con notevole ritardo e con dei correttivi di garanzia ancora pendenti, come lo sono pure le diverse azioni risarcitorie.

Originariamente la categoria tutelata dall’ANIP era solo quella degli Ispettori e dei Periti Tecnici, nel 2000 l’ANIP riusciva a far approvare il cosiddetto “RUOLO SPECIALE” e così sono stati aggiunti all’Associazione anche i ruoli dei Direttivi e dei Dirigenti.

Attraverso lo strumento delle Federazioni sempre nel 2000, l’ANIP è divenuto sindacato maggiormente rappresentativo a livello nazionale (e quindi anche provinciale) partecipando a tutti i tavoli contrattuali e di confronto sulle varie problematiche della Polizia di Stato e sulla sicurezza con il Dipartimento della P.S., con la Funzione Pubblica, con il Parlamento e il Governo.

Un impegno continuo ormai divenuto quotidiano a tutela degli iscritti e dei quadri sindacali con presenza e interventi nelle varie materie istituzionali in tutte le province italiane.

Molte sono ancora le problematiche che dobbiamo affrontare prossimamente, a partire dai Vice Ispettori e Ispettori Tecnici, dagli Ispettori Capo del 7° e 8° corso e gli Ispettori Capo Tecnici, dagli Ispettori Superiori ai Sostituti Commissari, dai nuovi Direttivi ai nuovi Dirigenti.

Nel prossimo mese di novembre, in occasione dei Congressi Nazionali (che verranno convocati a giorni anche a livello periferico), festeggeremo pure il Ventennale di ITALIA SICURA, federata con l’ANIP dal 1998.

Noi andremo ancora avanti cercando di migliorare tutte le situazioni di difficoltà, le ingiustizie, le disparità di trattamento, il mancato rispetto delle funzioni, della legge e del nostro regolamento ma soprattutto contro ogni ABUSO e PERSECUZIONE.

Roma, 28 maggio 2018

Il Segretario Generale Nazionale
Dott. Flavio Tuzi

Scarica Comunicato

Lascia un commento