ANIP – Italia Sicura
Comunicati

TAVOLI SEPARATI

Dopo l’incontro del 2 aprile, è continuata anche nella mattinata odierna la riunione del tavolo di confronto per la soluzione delle controversie, di cui all’art.25 dell’A.N.Q.
All’ordine del giorno:
• l’ammissibilità della modalità dei tavoli separati tra i vari sindacati, per le trattative in materia di orari di lavoro;
• le problematiche connesse all’esercizio della delega, da parte dei titolari degli uffici sede di trattativa decentrata e della relativa verifica.
Essendosi delineate posizioni molto diversificate sulla prima delle dette materie (alla seconda non si è nemmeno arrivati) la riunione è stata aggiornata all’8 aprile prossimo.
Nel merito del problema dei tavoli separati abbiamo ribadito la nostra contrarietà ad un inutile appesantimento della trattativa, prevista dall’art.7, comma 6 dell’A.N.Q., che appare incompatibile con il termine tassativo di 10 giorni, entro cui essa deve concludersi.
Bisogna infatti considerare che, poiché la delegazione di parte pubblica è unica, la divisione dei tavoli significa che detta delegazione deve riunirsi separatamente, almeno una prima volta, con
ciascun sindacato che ne faccia richiesta e quindi condurre la trattativa su ciascun tavolo. A quel
punto la delegazione di parte pubblica, dopo aver individuato il tavolo con cui può e vuole
concludere l’accordo, deve riunire separatamente gli altri tavoli, per comunicare il contenuto
dell’accordo che intende concludere e rilevare eventuali adesioni alla ipotesi di accordo definita.
Quindi si dovrà procedere per la sottoscrizione dell’accordo, riunendo i sindacati del tavolo su cui l’accordo è stato concluso e quelli che vi hanno comunque aderito.
Abbiamo inoltre fatto rilevare che le maggiori risorse in termini organizzativi e di permessi
sindacali, necessarie per condurre la trattativa a tavoli separati, vengono inutilmente pagate da tutti
ed incidono anche sulle risorse contrattuali.
Anche altri sindacati si sono espressi su posizioni analoghe alle nostre, mentre SIULP e SAP hanno difeso la possibilità di trattare separatamente ed il SILP per la CGIL ne ha fatto addirittura l’elogio, proponendo di estendere il sistema dei tavoli separati a tutte le occasioni e le sedi possibili.

F.TO IL SINDACATO DI POLIZIA (UILPS – SUP- ANIP )

Articoli correlati

Salvaguardia per i Vice Ispettori della Polizia di Stato

Red. Web Anip

CED def

Red. Web Anip

Mantenimento della sede – Concorso a 1400 Vice Ispettori

Red. Web Anip

Lascia un commento