ANIP – Italia Sicura
Comunicati Sindacato

Aspettativa Riduzione Quadri nella Polizia di Stato – Vota il sondaggio

COMPETE:

A DOMANDA: indipendentemente dagli anni di servizio, presentata dal personale, che si trovi a non più di sette anni dal raggiungimento del collocamento a riposo per limiti di età;

IL 95% DELLO STIPENDIO; in aggiunta a qualsiasi beneficio spettante, gli assegni previsti nel tempo per i pari grado in servizio, comprensivi delle sole indennità fisse e continuative in godimento il giorno antecedente il collocamento in aspettativa in relazione al grado e alle funzioni espletate, nella misura del 95 per cento, oltre all’indennità integrativa speciale e all’assegno per nucleo familiare, in misura intera;

IL VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI, PENSIONE E BUONUSCITA trattamento pensionistico e l’indennità di buonuscita che sarebbero loro spettati qualora fossero rimasti in servizio fino al raggiungimento del limite di età, compresi gli aumenti periodici e i passaggi di classe di stipendio

RICONOSCIMENTO DEL MOLTIPLICATORE qualora abbiano maturato i requisiti previsti per la pensione di anzianità

OPPURE

D’UFFICIO al personale che si trovi a non più di tre anni dal compimento dei limiti di età stabiliti per la cessazione dal servizio permanente, qualora abbia maturato i requisiti utili per l’accesso al trattamento pensionistico anticipato.
In entrambi i casi ( a domanda e d’ufficio) non sono previsti accessori e avanzamenti di grado.

L’Aspettativa Riduzione Quadri, già in atto per gli Ufficiali Superiori di tutte le Forze Armate, con l’Art. 2209-septies C.O.M. è stata recentemente estesa a tutto il personale..

L'ANIP Italia Sicura è favorevole all’Aspettativa Riduzione Quadri nella Polizia di Stato, e tu?

Articoli correlati

Impotenza e frustrazione non garantiscono la sicurezza

Red. Web Anip

Razionalizzazione delle risorse

Red. Web Anip

Paola Piras – TAR Veneto Accoglie ricorso

Red. Web Anip

Lascia un commento